Cart
  • No products in the cart.
Back to top
Babookidsdesign / AMBIENTE E DISPOSIZIONE GIOCHI  / ROTAZIONE GIOCHI E SCAFFALE MONTESSORI
ROTAZIONE GIOCHI E SCAFFALE MONTESSORI

ROTAZIONE GIOCHI E SCAFFALE MONTESSORI

Ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa!

 

In questa semplice frase è racchiuso il segreto dell’organizzazione dell’ambiente del bambino. Nella pedagogia Montessori l’ordine riveste una grande importanza e attraverso esso tutto prende forma: lo spazio, l’attività, il gioco.

 

Per favorire la concentrazione e l’interesse del bambino è fondamentale fornirgli un ambiente ordinato, privo di distrazioni esterne o eccessivi stimoli interni. Questo significa eliminare tutti gli elementi inutili o superflui e quelli che creano confusione. No ceste o cassettoni con giochi misti, no a scaffali pieni di oggetti sovrapposti, no giochi rotti o fuori età.

 

Ecco perché prima di allestire una buona rotazione giochi è utile fare una selezione e “pulizia” del materiale a disposizione.

Figura legno Balenottera azzurra con spruzzo - Holztiger
Figura legno Squalo - Holztiger
Figura legno orso polare grande - Holztiger
Figura legno Foca - Holztiger
Figura legno Orca - Holztiger

QUANDO COMINCIARE?

 

Fin dai primissimi mesi di vita l’esplorazione spinge in neonato a sperimentare allenando la coordinazione e il movimento.

Il Cesto dei tesori e la sua composizione è la prima rotazione giochi per il bambino. Offrendo pochi oggetti che si rinnovano e cambiano ciclicamente il neonato è stimolato alla continua esplorazione, mantenendo alto il suo livello di attenzione e allenando fin dai primi mesi i tempi di gioco autonomo.

 

Per saperne di più: IL CESTO DEI TESORI DAI 6 AI 12 MESI

DSC_8901
Il mio primo cesto dei tesori Baboo-3
DSC_8866
Palline di manipolazione legno oliato Grimm's
sonaglio-legno-con-13-campanelle-goki
Mini Procione sonaglio - Konges sløjd
Figura legno puledro marrone - Holztiger
Primo gioco Anello sonaglio Natural Plan Toys

A partire dal secondo anno di vita il bambino acquisisce sempre più autonomia e consolida le abilità raggiunte durante il primo anno. La conquista del movimento autonomo e i primi passi lo porteranno ad esplorare oltre il tappeto gioco.

Presto sarà capace di andare a prendere da solo i propri giochi e scegliere le attività che preferisce. Proprio per favorire e incoraggiare questa grande libertà conquistata ed evitare la frustrazione di mille divieti, è fondamentale preparare un ambiente che gli permetta di muoversi in modo indipendente senza pericoli.

12 anelli arcobaleno Waldorf Grapat
6 palline legno grandi colori pastello Grimm's

LO SCAFFALE MONTESSORI

 

Lo scaffale basso Montessori assume un ruolo fondamentale in questa fase di sviluppo. Deve essere raggiungibile liberamente dal bambino e offrire una serie di attività riposte in modo ordinato e chiaro. Sono sufficienti due ripiani per una larghezza di circa 1 metro per esporre 6-7 attività per volta. Ciclicamente le attività possono essere sostituite a “rotazione” (ogni 2-3 settimane). In questo modo l’interesse del bambino rimane sempre attivo invitandolo ad esplorare.

Potete allestire questo spazio in camera o in soggiorno in base a dove passa più tempo il vostro bambino durante il gioco. Può anche essere sufficiente liberare qualche ripiano che avete già per creare un piccolo angolo gioco.

Dato che il bambino deve poter prendere e riporre in autonomia il gioco che ha scelto, è fondamentale che lo scaffale sia posto in corrispondenza del tappeto o del tavolo dove svolgerà le sue attività.

Può essere utile allestire tanti piccoli angoli gioco nei diversi ambienti della casa. In questo modo ci saranno piccoli intrattenimenti itineranti sempre interessanti e nuovi per occupare il piccolo durante i vostri spostamenti per casa (per pulire, cucinare o anche solo andare in bagno!).

Piccolo giardino di poesie
Tombola delle verdure Le Jardin Moulin Roty

COME PRESENTARE LE ATTIVITÀ

 

Non è sufficiente disporre ordinatamente i giochi sullo scaffale. La corretta presentazione delle diverse attività, in base all’età e interessi, è fondamentale per permettere al bambino di giocare in autonomia e assecondare il suo naturale bisogno di indipendenza.

 

Maria Montessori individua quattro periodi sensitivi attraverso i quali il bambino sviluppa le sue competenze:

movimento (dalla nascita ai 4 anni)

amore per l’ambiente (dalla nascita ai 6 anni)

ordine (dalla nascita ai 3 anni)

linguaggio (dalla nascita ai 6 anni)

Set di puzzle animali della fattoria Gok
Gioco Labirinto Magnetico fattoria HABA
Figura legno Melo grande - Holztiger
Un anno in fattoria

(1-3 anni) ATTIVITA’ SU VASSOIO

 

Tra i 12 e 36 mesi l’ordine assume un ruolo fondamentale. L’ordine permette al bambino di muoversi con sicurezza nel ambiente e di riconoscere e distinguere facilmente le attività proposte. L’ordine spinge il bambino a completare o svolgere un’attività lasciata incompiuta.

In questa fascia di età può essere utile presentare le attività su vassoio allo scopo di invitare il bambino a completare o svolgere il gioco proposto.

Infatti difficilmente i bambini piccoli prenderanno la scatola originale del gioco per aprirla e svolgere l’attività. E nemmeno sono interessati a giocare con qualcosa che è già “costruito” o “finito”.

Come impostare le attività su vassoio?

1. scegliere 4/5 attività da disporre su altrettanti vassoi

2. presentare il gioco “smontato” o da completare (i bambini hanno un impulso naturale a riportare l’ordine)

3. a seconda della complessità del gioco ed età del bambino scegliere se parzializzare gli elementi del gioco

4. sistemare in prossimità dello scaffale il tappeto o il tavolo dove svolgere l’attività

 

vassoio montessori
scaffale montessori
Sorting Helper Building Rings Rainbow Grimm's
Building Rings Rainbow Grimm's

(dai 3-4 anni) SCAFFALE TEMATICO E MINI MONDO

 

A partire dai 2 anni il bambino aggiunge simbolismo al gioco fino ad arrivare, verso i 3-4 anni alla “capacità rappresentativa del pensiero” ovvero la capacità di utilizzare gli oggetti in base a ciò che serve durante il gioco. La rotazione giochi potrà diventare più complessa attraverso l’INVITO AL GIOCO.

 

L’invito al gioco è una traccia che viene lasciata al bambino per “invitarlo” a compiere un’azione: il gioco. L’invito al gioco serve a favorire la sperimentazione libera. Usare le conoscenze acquisite dalle attività già svolte per creare scenari e soluzioni differenti, nuove, creative. Inoltre l’invito al gioco sviluppa un aspetto importantissimo: IL GIOCO AUTONOMO ovvero la capacità di concentrarsi e trovare nell’attività risorse proprie da sfruttare e sperimentare.

La ROTAZIONE GIOCHI può essere un vero e proprio invito a giocare quando riesce a cogliere gli interessi del bambino. Per esempio le rotazioni a tema sono perfette per imparare o rispondere alle curiosità del bambino attraverso il gioco e le letture.

Per rotazioni gioco a tema leggi anche: 

GIOCO OSSERVO IMPARO FLASH CARD E SCHEDE DIDATTICHE

MINI GUIDA AUTUNNO: INVITO AL GIOCO

 

Come impostare lo scaffale gioco a tema?

1. scegliere un tema (meglio se seguendo la stagione e l’interesse del bambino)

2. costruire un piccolo mondo per dare simbolismo al gioco  (figure in legno, personaggi, looseparts)

3. selezionare 2/3 letture di approfondimento o guida (inventari, enciclopedie o albi illustrati)

4. fornire un supporto grafico per l’apprendimento (carte nomenclate, schede didattiche, libri attività)

5. selezionare alcune attività o giochi coerenti al tema scelto

 

Gioco del osservazione e memoria Esploratore Le Jardin Moulin Roty
Su e giù per le montagne - Terre di Mezzo
Casa con mobili impilabile naturale Gluckskafer
Figura legno piccolo Orso - Holztiger

FINO A CHE ETA’ LA ROTAZIONE?

 

Non esiste un limite di età per la rotazione giochi. Infatti anche se il bambino grande ha la capacità di decidere e cercare in autonomia il gioco di cui ha bisogno molto spesso rimane senza “idee” o circondato da troppi stimoli. La rotazione resta un utile strumento per stimolare l’interesse e favorire l’apprendimento anche in età scolare.

 

La rotazione giochi, come abbiamo visto, oltre a favorire il gioco autonomo, aiuta anche a mantenere l’ordine. Meno giochi vengono offerti e più facile sarà ritrovare il posto di ogni cosa. Riordinare non è un compito facile a nessuna età, ma diventa tanto più fattibile quanto più è rigoroso l’ordine iniziale.

Facebook
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.