Cart
  • No products in the cart.
Follow Us:
Back to top

Il cesto dei tesori – per bambini da 6 a 12 mesi

Il cesto dei tesori – sapete cosa è? Lo avete usato?

Quando è nata Alisea ho cominciato ad approcciarmi alla filosofia Montessori ma molte cose le ho scoperte durante il viaggio e per alcune oramai era tardi …

Invece con Luna parto avvantaggiata e cerco di percorrere tutte le tappe consigliate da questo metodo e sicuramente il cesto dei tesori è una delle nostre preferite!

Ma cosa è il cesto dei tesori?

Il cesto dei tesori, è rivolto ai bambini dai 6 – ai 12 mesi o meglio da quando sanno stare ben seduti a quando cominciano a camminare. Infatti in questo periodo il bambino, anche se non ha ancora capacità motorie indipendenti, è molto curioso dello spazio che lo circonda ed è portato istintivamente al esplorazione. Il cesto permette questa “esplorazione” portando un pezzetto di mondo alla sua portata. In questo periodo il bambino sviluppa anche la capacità di afferrare oggetti di piccole dimensioni.

Il cesto dei tesori è fatto da un cesto di vimini o stoffa o altro materiale naturale di grandezza variabile a seconda del età del bambino.  Allo stesso modo anche gli oggetti al suo interno cambieranno in base al età e al interesse del momento. Solitamente non deve essere più alto di 10-12 cm in modo che il bambino possa afferrare gli oggetti in autonomia senza doversi “tuffare” nel contenitore. Gli oggetti devono restare ben visibili. Il cesto può contenere dai dieci ai trenta oggetti “non strutturati”, cioè oggetti semplici fatti esclusivamente di materiali ricchi al tatto come: legno, metallo, pelle, stoffa, carta, gomma ecc. Bandita la plastica, i colori squillanti e gli oggetti elettronici.

Il bambino viene messo a sedere davanti al cesto e lasciato libero di esplorare il suo contenuto. Gli oggetti possono essere afferrati, manipolati, portati alla bocca. Finita l’esplorazione di un oggetto il bambino può passare al successivo e poi al successivo fino a quando avrà analizzato tutti gli oggetti contenuti nel cesto. Nel cesto devono essere inseriti oggetti che stimolino tutti i  cinque sensi, udito, olfatto, vista, tatto e gusto.

Durante questa esplorazione il bambino anche se piccolo dimostra una grandissima capacità di concentrazione ed interesse. L’adulto ha solo il compito di osservare ed intervenire solo in caso di necessità.

Questa attività aiuta a sviluppare la manualità, la coordinazione mano occhio e l’equilibrio.

.

.

Luna riesce a svuotare il suo cesto impiegando un tempo infinito, studiano, assaggiano e manipolando ogni oggetto con grandissima attenzione. Dato che è ancora molto piccola (cinque mesi appena), per ora mi sono limitata ad oggetti semplici e sicuri di legno, stoffa o gomma ma presto voglio aggiungere anche il metallo e il legno grezzo come pigne e foglie.

Ovviamente a seconda di quello che decido di inserire nel cesto devo stare più o meno vigile durante la sua esplorazione, ma è un’attività veramente ricca e completa.

Cosa posso mettere nel cesto? 

Tutto quello che vi viene in mente, eccone alcuni che mi sono venuti in mente e che aggiungerò o sostituirò nel tempo:

conchiglie, pigne, foglie, sassi di fiume, spugna naturale, mollette da bucato, gomitoli di lana, spazzolino da denti, formine, astucci di stoffa con cerniera, spazzole, sacchetti profumati (lavanda, timo, rosmarino), anelli delle tende, pentolini, mestoli piccoli, mestolo da miele, calzini, pupazzi di stoffa o di lana o cotone, palline di diverse forme e materiale, sonagli, tappi di barattolo ecc ecc ecc.

Inoltre è un’attività veramente economica dato che sono tutti oggetti reperibili in casa, in mesticheria o ancora meglio nel bosco!!!

.

 

 

COSA METTERE NEL CESTO ...

Facebookgoogle_plus
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.