Cart
  • No products in the cart.
Follow Us:
Back to top
ARREDI A MISURA DI BAMBINO: LIBRERIA IL CASTELLO

ARREDI A MISURA DI BAMBINO: LIBRERIA IL CASTELLO

ARREDI A MISURA DI BAMBINO: LIBRERIA IL CASTELLO

Oggi voglio parlarvi della libreria Il Castello, di come è nata e di come penso dovrebbe essere una libreria per bambini. La prima libreria che abbiamo progettato per Alisea è stata naturalmente una libreria frontale, nel nostro caso, integrata nel progetto della cameretta. Ovvero una libreria che permettesse alla bambina di vedere i libri dal lato della copertina, il lato più bello e affascinante del libro, soprattutto per un bambino che sicuramente non sceglie il libro dal titolo della costolina. La libreria frontale Baboo sarà sicuramente uno dei nostri prossimi progetti!

.

6

.

Questa invece è un altro genere di libreria, forse sarebbe più corretto chiamarla appunto Il Castello!

Per il secondo compleanno di Alisea mi è venuta l’idea di costruirle una casa delle bambole, in legno con gli smerli e le tendine alle finestre, come quelle che vedevo nei film, da aprire e con tutte le miniature perfette. Ma più pensavo a questa cosa e più il mio sogno da bambina era lontano dalla mia persona adulta. Sicuramente a due anni di mini seggioline e poltroncine non se ne sarebbe fatta granché e soprattutto un altro oggetto colossale da tenere in casa, fine a se stesso, non era un idea che mi entusiasmava. Così ho cercato di immaginare un oggetto differente, che si riallineasse alla mia idea di base del progetto a misura di bambino, che ne segue la crescita e la trasformazione. Ecco la parola chiave in tutto il mondo che gira attorno al bambino trasformazione. La trasformazione è una costante nella crescita del bambino, a volte più lenta e a volte molto repentina, infatti molti oggetti diventano rapidamente inutili perché restano immutabili.

Ma per Alisea volevo creare un oggetto che le sarebbe rimasto nel tempo, che poteva crescere e trasformarsi insieme a lei. Una “casa delle bambole” era la mia idea di partenza ma perché non un “Castello”, un “Teatrino” o una Libreria, panchetti o box contenitori. Una variante dei box contenitori della sua cameretta, più maneggevoli e più scenografici.

Così con le cassette, nate per contenere le bottiglie del vino, leggere e maneggevoli, di pino massello naturale, ho realizzato il mio Castello. Ho ritagliato le quinte della torre, del circo e del teatro da un pannello di multistrato di pioppo, con il mio fido seghetto elettrico. Le ho decorate e dipinte a mano, con i colori acrilici al acqua, e incollate sulle scatole. Ho costruito due piccole sedie e un lettino con cuscini e piumino.

libreria-il-castello-rosa-viola-blu-aliseaCon la libreria Il Castello è il bambino che decide quale sia il gioco o quale sia l’uso per queste cassette di legno.  La composizione dei vari elementi fa nascere una casa, un circo, un castello, un teatrino, in infinite combinazioni possibili. Si possono attaccare al muro oppure lasciare appoggiate sul pavimento dove diventano un gioco oltre che una semplice libreria.

 

Insieme ai topini dalla Maileg o come dice Alisea ai “topoli”, questo è stato il regalo per il secondo compleanno di mia figlia. Una casa delle bambole senza casa e senza bambole, una libreria che non è nata per i libri, un Castello che esiste solo grazie alla fantasia che sta in ogni bambino!

.


libreria-il-castello-1

C:UsersnadiaDocuments_16 RossoArnolfo_DisegniArnolfo_1511

 

 

 

 

Facebookgoogle_plus
No Comments

Leave a Reply